Per offrirvi una migliore esperienza di navigazione il nostro sito utilizza dei cookies di tipo tecnico che non contengono informazioni personali o che possono identificare l'utente.
Se non intendete acconsentire all'uso dei cookie potete disabilitarne l'uso per questo sito. Alcune pagine potrebbero contenere plugin o collegamenti a siti esterni che contengono cookie
di profilazione su cui non abbiamo controllo. Per maggiori informazioni consultate l'informativa della privacy nell'apposita sezione.
Cliccate qui per chiudere permamentemente questo avviso

I.C.S. Emilio Filippini - Cattolica

Per un pugno di Tablet

Per un pugno di Tablet

PER UN PUGNO DI TABLET DECISA ALL'ULTIMA DOMANDA LA GARA DI LETTURA


Dopo una gara al cardiopalma, si è conclusa solo all'ultima domanda la finalissima di “Per un pugno di tablet”, la gara di lettura per le scuole secondarie di primo grado organizzata dall'Associazione Navigare-Civica Università e dalla Biblioteca di Cattolica in collaborazione con i Lions Club di Cattolica e Gabicce Mare e con la Banca Malatestiana.
Questa particolarissima iniziativa ha visto coinvolte 8 classi del secondo anno delle scuole secondarie di primo grado di Cattolica, Gabicce, Gradara e San Giovanni in Marignano, che si sono affrontate presso la Biblioteca di Cattolica in cinque sfide all'ultima domanda. Le prove – condotte dal Prof. Messina e dalla Prof.ssa Mascilongo dell'Associazione Navigare – non consistevano solo in quiz sui libri in bibliografia, ma anche nell'illustrazione di passi descrittivi dei libri – giudicati con inflessibile leggerezza dall'artista Vincenzo Cecchini – in una prova su un libro in lingua inglese – condotta dalla Prof.ssa Riccio-Cole – ed in una ricerca bibliografica che ha insegnato ai ragazzi a muoversi dentro il catalogo informatico di una biblioteca, condotta con perizia dalle bibliotecarie Ercoles e Corradi. Senza parlare della prova “Babbo, mamma aiuto!” che prevedeva l'intervento dei genitori, coinvolti nella lettura dei testi! Insomma un approccio multidisciplinare e soprattutto impostato come un grande gioco.

Incredibile l'entusiasmo ed il coinvolgimento dei ragazzi, spinti non solo dal desiderio di aggiudicarsi il ricco premio, per l'appunto una serie di tablet da utilizzare in classe al posto dei libri, ma anche da un sano spirito di competizione che ha mosso avvincenti dinamiche di gruppo e di collaborazione fra gli stessi ragazzi. Un'esperienza altamente formativa, come riconosciuto dagli stessi insegnanti che hanno preparato e guidato i ragazzi in questa avventura.

Alla fine, sabato 2 marzo, vincitrice, ne è uscita la classe IIB di Cattolica, che è riuscita a prevalere solo all'ultima domanda (non a caso detta “Delle cento pistole”) sulla preparatissima IIA di Gradara, uscita comunque più che a testa alta, visto che era stata in vantaggio fino all'ultimo minuto. Alla fine una gioia barbarica da rigore segnato in Champions League per i vincitori, mentre qualche lacrimuccia ha solcato il volto dei secondi: ma anche questa è esperienza per prepararsi alle vittorie e alle sconfitte della vita!

Insomma un'esperienza avvincente e formativa, che ha visto partecipe un folto pubblico durante i cinque incontri presso la Biblioteca di Cattolica.

[torna in alto]

Codice XHTML 1.0 Strict valido Codice CSS2 valido Conforme allo standard di accessibilitàWCAG 2.0 (Level AA) Soddisfa i nuovi adempimenti del Decreto legislativo n.33/2013